• Redazione

Archeologi&, il nuovo periodico scientifico curato e edito dalla Fondazione Dià Cultura

Nasce "Archeologi&. Storia, Antropologia, Museologia, Arte". Un periodico scientifico di informazione culturale online accompagnato da un trimestrale monografico scaricabile gratuitamente.

La Fondazione Dià Cultura, dopo dieci anni di esperienza nella redazione dei contenuti del mensile archeologico “Forma Urbis”, ha creato una nuova testata giornalistica di settore: “Archeologi&. Storia, Antropologia, Museologia, Arte”. Si tratta di un periodico scientifico di informazione culturale on line accompagnato da un trimestrale monografico di approfondimento scaricabile gratuitamente dal sito. Le tematiche sono affrontate in una prospettiva interdisciplinare cui allude evocativamente l’uso della lettera & nel titolo e nelle diverse rubriche che compongono il progetto editoriale.


In particolare la Rivista online è organizzata in categorie tematiche sviluppate anche per il tramite delle suddette rubriche: «Itinerari archeologici di Roma & del Lazio»; «Archeologie & Paesaggi»; «Bollettino & Storia degli Istituti internazionali di archeologia a Roma»; «Arch&obimbi»; «Archeologie & società»; «L’aneddoto & le storie»; «Miti & Riti»; «Libri & Cinema»; «Eventi & Mostre»; «Antropologia, Museologia & Arte».


Il trimestrale di approfondimento verte di volta in volta su tematiche culturali o su luoghi della cultura ritenuti di particolare rilevanza per il pubblico dei lettori.


La comunicazione culturale continua a rappresentare, dunque, uno dei principali obiettivi della Fondazione Dià Cultura ed è alla base di ogni suo percorso creativo che può concretizzarsi, di volta in volta, in un’attività editoriale o in un progetto.


La Fondazione, fondata nel 2012 e tuttora sostenuta dall’azienda informatica SIAED SpA (www. siaed.it), è improntata al rispetto continuo di valori forti e condivisi che ne compongono la cifra identitaria in ogni sua manifestazione e che sono elementi imprescindibili, profondamente connessi ai codici espressivi e organizzativi in cui l’istituzione si riconosce e per cui desidera essere riconosciuta. I riferimenti valoriali cui aspira possono essere riassunti in tre concetti nobili e complessi: Autorevolezza - ogni attività della Fondazione tiene conto della qualità scientifica e umana delle proprie risorse, contenuti ed espressioni; Eticità - la Fondazione opera rispettando principi etici volti alla correttezza, all’equità, al rispetto dell’altro, al diritto alla libertà di espressione, alla ricerca della bellezza; Pluralità - la Fondazione ascolta e dà voce a discipline, competenze, settori e pubblici diversi in modo da garantire per ogni sua manifestazione uno sguardo plurale e composito, in grado di cogliere e interpretare le forme della complessità generando conoscenza e innovazione.


Da questi valori fondamentali discendono le caratteristiche che connotano il modo di essere e di proporsi della Fondazione: creatività, multidisciplinarietà, professionalità, innovatività, cooperazione, costanza sono tra le più significative qualità con cui l’istituzione si pone in relazione con il mondo. Per Dià Cultura comunicare significa attivare processi di condivisione e disseminazione culturale a cui tutti possono prendere parte in maniera attiva e dinamica.

A tal fine il gruppo di lavoro Dià Cultura (“dià” dalla particella greca che indica la “trasversalità”) si compone di un’area editoria e di un’area comunicazione.